I Malatesta ‘espugnano’ Urbino, nella “Disfida” degli arcieri l’eterna rivalità con i Montefeltro – [FOTO]

di Linda Caglioni – Foto Linda Caglioni e Marita Letizia Camparsi

URBINO – Decine di arcieri vestiti in abiti rinascimentali, armati di archi in legno e faretre piene di frecce, hanno riavvolto il nastro della storia che contrappose i Montefeltro ai Malatesta di Rimini, nel XV secolo. E a vendicare la disfatta subita più di 500 anni fa, ad avere la meglio sono stati, questa volta, i rivali della signoria riminese. I bellicosi spiriti quattrocenteschi di Federico e Sigismondo sono tornati a rivivere a Urbino che ha ospitato “l’eterna disfida”, l’ormai tradizionale amichevole di tiro con l’arco storico che ha preso il via in piazza del duca Federico.

A fronteggiarsi durante l’appuntamento annuale, le due signorie rappresentate dalle quattro compagnie: le Aquile ducali di Urbino e Castrum Firmignani (Fermignano), sotto le insegne dei i Montefeltro; la compagnia del Liocorno di Fano e quella degli arcieri di Gradara, a brandire il vessillo dei Malatesta.

La disputa, è rimasta incerta fino alla fine, e ha visto prevalere i malatestiani con il risultato di 340 punti contro i 335 totalizzati dai Montefeltro.

Ma i numeri davvero interessanti sono anche altri: Sara Carigi, la più giovane arciera che oggi ha imbracciato arco e frecce spostandosi tra le mura del palazzo ducale e i torricini, ha soltanto otto anni. È invece della classe 1944 il componente più anziano, Roberto Valli.

“Il bello del tiro con l’arco storico è che non importa quale sia l’anno di nascita sulla carta d’identità – racconta Bruno Petricca, 65 anni, arciere feltresco, urbinate d’adozione. – Io ho iniziato tardi, ma questa è una disciplina a cui ci si può appassionare sempre: basta aver voglia di mettersi in gioco”.

I malatestiani custodiranno il vessillo della “Disfida” fino alla prossima tenzone, che si terrà in casa dei vincitori nel 2019, per rinnovare, nell’atmosfera allegra portata dai contendenti, la secolare rivalità.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e di terze parti maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi