Urbino: Turismo, Cioppi: “App e itinerari per avere visitatori tutto l’anno”

Turisti a Urbino
di ENRICO MASCILLI MIGLIORINI

URBINO – Nella giornata mondiale del Turismo il Comune di Urbino partecipa al lancio del nuovo sito ‘The Lovely Places’, una piattaforma per valorizzare gli itinerari tra San Marino, Emilia-Romagna e Marche. “L’obiettivo primario è ‘stagionalizzare’- dice al Ducato l’assessore al Turismo Roberto Cioppi – bisogna investire su un’economia turistica continuativa e trovare nuovi e diversi tipi di turismo. Questo serve a migliorare anche la qualità della vita a Urbino fuori dall’alta stagione: puntiamo ad avere turismo tutto l’anno”.

Itinerari e percorsi

Nello stesso percorso di valorizzazione del territorio si inserisce l'”Itinerario della bellezza“. Confcommercio Pesaro e Urbino e Marche nord ha partecipato alle Fiere del Turismo di Bergamo e di Padova per rilanciare un percorso che unisca la Lombardia alle Marche. Al secondo appuntamento erano presenti anche il vice sindaco di Urbino Massimo Guidi e quello di Pesaro Daniele Vimini. “La Lombardia è la prima Regione italiana di provenienza dei turisti nella nostra provincia e a Bergamo il nostro stand è stato letteralmente preso d’assalto” dichiara il direttore generale di Confcommercio Marche nord, Amerigo Varotti.

Solo pochi giorni fa è stato lanciato un progetto curato dalla Ag Eventi di Alessandro Gualazzi, in collaborazione con l’associazione Montefeltro Adventure. I nuovi percorsi per bici elettriche sono stati caricati sul portale turistico Vieni a Urbino sono tre e riguardano il centro storico, i borghi e infine un tour delle 14 Pievi. Inoltre sarà possibile seguire il percorso a bordo delle bici elettriche in tempo reale grazie all’app Komoot.

Turisti tutto l’anno

Per dare continuità al turismo anche nelle basse stagioni, il Comune sta già puntando su tre progetti. Le chiavi del successo sono i punti forti del territorio: arte, università ed enogastronomia. Il primo di questi, dice l’assessore Cioppi, “è sull’enogastronomia ed è legato al biodistretto delle Marche. Punteremo molto sul biologico”.

Il secondo punta a raccontare le vite delle persone e dei luoghi di Urbino e il primo passo sarà fatto la settimana prossima con una riunione. È in collaborazione con il Ministero della cultura e coinvolge le varie comunità  che si occupano di tradizioni e arte, “la vita del territorio”, dice l’assessore.

L’ultimo è un progetto di incoming per gli ex studenti, dal momento che molti sono rimasti in contatto con l’Università perché hanno nostalgia di Urbino. L’idea è di organizzare il ritorno degli ex studenti nelle basse stagioni e a prezzi ribassati, in collaborazione con le strutture in città. “A breve avremo un incontro con l’Università e speriamo che anche questo si riveli una nuova maniera di fare turismo”, conclude Cioppi.

About the Author

Enrico Mascilli Migliorini
Irpino innamorato del mare parlo solo e volentieri di musica. Nasco nel 1994 e mi laureo in Storia con una tesi sulla censura e il primo catalogo dei libri proibiti nella triennale a Firenze. Nella tesi di laurea magistrale a Bologna studio il popolo rom, detto zingaro, diventato parte integrante della mia vita soprattutto grazie al progetto CNR-UE Municipality 4 Roma.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e di terze parti maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi