ospedale di urbino


Sit-in dei precari all’ospedale di Urbino. “Per la Regione siamo lavoratori di serie B”

Trentanove i lavoratori e le lavoratrici precarie all’interno degli ospedali della provincia di Pesaro Urbino, una trentina solo a Urbino. Hanno contratti che vengono rinnovati di sei mesi in sei mesi e sono all’interno delle strutture sanitarie da almeno dieci anni. “Senza di loro alcuni servizi sanitari si fermerebbero completamente” dice al Ducato Valentina D’Addario, segretaria generale di Nidil Cgil Pesaro Urbino, che continua: “Chiediamo una stabilizzazione e la premialità Covid che la Regione ha negato loro”.



Incontro sulla Sanità: “Troppe strutture, pochi medici. Urbino diventi “ospedale vero”

Con un personale medico sempre più ridotto, il futuro dell’Ospedale di Urbino dipende da quello degli altri ospedali della regione. “Una struttura unica tra Pesaro e Fano, così si libererebbero risorse per Urbino” è la soluzione di Claudio Maffei, ex direttore sanitario dell’Inrca ora in pensione. “Più centri territoriali per la cura dei pazienti cronici” rilancia Piero Benedetti, ex direttore del reparto di medicina e lungodegenza dell’ospedale di Cagli. Queste alcune delle proposte uscite dall’incontro “Sanità. Riflessioni e proposte per Urbino e il territorio”, organizzato da Articolo Uno e Sinistra per Urbino


Diritto all’aborto, nelle Marche obiettori 7 medici su 10. Ma Urbino fa eccezione

Dopo 44 anni è un diritto che ancora non garantito in molte strutture. La percentuale di ginecologi che si rifiutano di praticare l’interruzione di gravidanza in regione è in linea con quella nazionale. Spiccano in positivo il Santa Maria della Misericordia e quello di San Benedetto del Tronto, 4 ginecologi su 10 praticano l’interruzione volontaria di gravidanza. A Fermo e Jesi nessuno









Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e di terze parti maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi