teatro sanzio




Lia Levi racconta la Shoah agli studenti di Urbino: “Noi, vittime dell’indifferenza”

Nell’incontro con gli studenti del liceo scientifico Laurana-Baldi, la scrittrice ha narrato di come ha vissuto le persecuzioni razziali: “Con gli occhi ottimisti di una bambina”. “Il ricordo è un modo semplice per rivivere un avvenimento, la Memoria è la rielaborazione del ricordo, si può trarre qualcosa di universale ed eterno come l’amore, l’odio, la solidarietà che sono dei valori che nutrono il nostro presente”








Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e di terze parti maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi